HCB Valpusteria 5

Un Bolzano per lunghi tratti svogliato rimonta e batte un volitivo Val Pusteria nella prima gara di Alperia Cup (ultima partita di preseason dei biancorossi prima dell'inizio della CHL).

Tra le note positive, senza dubbio da segnalare il PK dei Foxes, anche questa sera costretto agli straordinari; inoltre meritano una menzione particolare il backup Jake Smith, autore di una prova superlativa e Markus Nordlund, professione terzino, autore della doppietta che ha permesso alle volpi di sconfiggere i lupi.

Bolzano parte subito forte, sfiorando il vantaggio con Blunden, ma i pusteresi reagiscono bene e vanno più volte vicini alla rete del vantaggio con Alex De Lorenzo Meo, Marko Virtala e Cody Corbett che fanno venire i brividi ai tifosi del Bolzano.

A metà frazione, arriva la prima di una lunga serie di penalità a danno dei biancorossi che sfoderano un PK superbo. Quando sembra svanito il pericolo, la difesa del Bolzano si dimentica di Alex De Lorenzo Meo che, lasciato da solo, s'invoa verso Smith e lo trafigge con un rasoterra preciso. 

Il Bolzano sembra accusare il colpo e lascia ghiaccio agli avversari, i quali non riescono a rendersi pericolosi. Matt Mackenzie prova a dare la sveglia ai suoi, ma sembra predicare nel deserto; per ridare fiato agli attacchi della squadra di casa, arriva provvidenziale la penalità ai danni di Leitner: a 4 secondi dallo scadere, il PP dei Foxes colpisce: Findlay pesca un liberissimo Nordlund sulla destra di Furlong, diagonale del numero 40 biancorosso e disco nel sacco: 1-1 e partita tutta da giocare.

A 39 secondi dalla sirena, gli arbitri fishiano una dubbia penalità ai danni di Matt Mackenzie, ma alla prima pausa il punteggio resta sull'1 a 1.

Il PK del Bolzano svolge egregiamente il suo lavoro “uccidendo” il residuo di penalità all'inizio della frazione centrale, ma ci vuole un miracolo di Jake Smith per evitare il raddoppio dei gialloneri.

Gli ospiti sembrano giocare un hockey più efficace rispetto a quello del Bolzano, ma non riescono a sfruttare la terza superiorità numerica, anzi.

Superata anche la quarta inferiorità, il Bolzano avrebbe un'occasione d'oro per passare in vantaggio, ma Angelo Miceli non riesce a realizzare il rigore che egli stesso si era procurato. Il finale di frazione è un susseguirsi di penalità: prima è Insam a beccarsi un 2+2 per spearing, poi tocca a Blunden ed infine, a 22 secondi dalla sirena, gli arbitri fischiano fallo anche a Virtala. Il secondo tempo va in archivio senza reti.

HCB Valpusteria 4Un attacco del Bolzano alla gabbia di Furlong (foto di Andrea GIOVANAZZI - HCBfans.net)

Nella terza frazione le penalità vengono terminate, il Bolzano sembra averne di più e sfiora il vantaggio con Catenacci che, da due passi, non riesce a battere Furlong. L'estremo difensore del Pusteria si deve però inchinare alla seconda rete di Nordlund, che infila alle spalle di Furlong un assist al bacio di Insam.

Il vantaggio dei Foxes praticamente chiude di fatto le ostilità, con le due squadre impegnate più a non farsi male che a cercare di incrementare il punteggio. Prima che la terza sirena chiuda il match, il Bolzano supera indenne altre due inferiorità numeriche e rende vani i 45 secondi con il sesto uomo di movimento degli avversari. Finisce con il Bolzano vincitore di una partita sempre in bilico, ma che dovrà cambiare marcia ed atteggiamento già da venerdì, quando al Palaonda arriverà lo Skellefteå per la prima partita di CHL.

Riccardo GIURIATO

HCB – HCP 2-1 (1-1; 0-0; 1-0)12:14 Alex De Lorenzo Meo (0-1); 18:23 Markus NORDLUND PP1 (1-1); 45:18 Markus NORLUND (2-1)